chi siamo, cosa facciamo, ma soprattutto come

Manifesto Cicli Pigozzi

La storia

Sono nato con i piedi sui pedali e le mani sporche di grasso nel millenovecentottantatré. O almeno questo dicono i miei amici e le tredici biciclette che in questi anni ho bucato, rotto, smontato, oliato, aggiustato, modificato e sulle quali ho tanto pedalato.
Quando ero poco più alto di una ruota, il sabato mattina mio padre mi portava in una bottega dove dal 1909 si costruivano e si riparavano biciclette. Oggi quella stessa bottega espone in vetrina telai con il mio marchio.
Ho cominciato a correre in bicicletta in seconda superiore, e non ho più smesso. Sono caduto diverse volte e di tanto in tanto ho vinto pure qualche medaglia. Per alcuni anni, poi, la bicicletta è stata solo un mezzo di trasporto che assicuravo con robusti lucchetti fuori dalla stazione, nella speranza di ritrovarla al suo posto di ritorno dall’università.
La laurea non ha impedito alla mia inclinazione per il lavoro manuale di dedicarmi per qualche anno alla falegnameria, ma tra mobili e suppellettili non mi trovavo davvero a mio agio.
Poi, alla ricerca di quell’emozione che fa di un lavoro che fai il lavoro che ami, ho riscoperto la mia passione per le due ruote. Sono tornato così nella bottega Nicoletti, dove sono nate tutte le biciclette che mio padre comprava per me, per imparare il mestiere e i suoi segreti.
Oggi uso una bicicletta a scatto fisso per correre su pista, una bicicletta da corsa per sfruttare le poche piste ciclabili della mia città, una mountain bike quando ho voglia di sporcarmi di fango, una randonneur quando sento il bisogno di sfidare ancora una volta i miei limiti e una bici da passeggio con un seggiolino per far scoprire il mondo a mia figlia.
Per me la bicicletta non è solo un mezzo di trasporto. E’ un modo di vivere.

My Story

I was born in 1983 with my feet cycling on pedals and my hands dirty with fat or, this is what my friends say and  the 13 bikes I punctured, broken, dismantled, oiled, repaired, modified and on which I have cycled so much.
When I was a bit taller than a wheel, every Saturday morning my father took me to a workshop where they had been manufacturing and repairing bikes since 1909. At present, the same window shop show several frames with my brand.
I begun cycling during my 2nd year at high school and I have never stopped since then. I have fallen down several times and I have also won some medals.
Later, I have used my bike only as a means of transport that I fastened with heavy padlocks out of the station hoping to find it again coming back from university.
My degree did not prevent me from devoting myself to joinery since my bent for hand-work but I did not feel at my ease among furniture and furnishings.
Sometime later, looking for that sort of emotion which transforms the job you do into what you love, I rediscovered my love for bikes. So, I went back to Nicoletti’s workshop where all the bikes my father bought for me had been produced, to learn craftsmanship, experience and the secrets of bikes.
Today, I use fixed gears to run on a track, a racing bike to be used along the few cycle lanes of my city, a mountain bike when I wish to get dirty with mud, a randonneur  when I need to challenge my limits once again, or a stroll bike to let my daughter  discover the world around her.
In my opinion, bikes are not only a means of transport but a way of living.

Le biciclette

Ho fondato il mio marchio nel 2009.
Sapevo di iniziare un percorso che si fondava su orme solide e che provenivano da lontano. Ho cercato e cerco tutt’ora di prendere il massimo dalla saggezza e dal sapere che mi offre la vicinanza con Alfredo, la sua esperienza e i suoi racconti di storie passate. Sarà per questo che io, il mio negozio, ancora oggi lo chiamo “bottega”.
Conoscere ed apprezzare il passato è anche lavorare per costruire un buon futuro. Questa convinzione mi ha persuaso nel 2015 a impegnarmi ancora più a fondo per costruire biciclette di alta qualità, studiate nei minimi dettagli, realizzate artigianalmente, che durino nel tempo, che vivano a lungo per essere usate ed amate. Ho scelto quindi di rinnovare il negozio, con un nuovo marchio, allestimento interno, con nuovi modelli pensati e realizzati da me.
Per i telai, ho scelto l’acciaio. L’acciaio è il tipo di materiale che più di altri resiste al tempo. Le moderne tecnologie artigianali permettono di costruire telai di questo tipo senza perdere leggerezza, ma allo stesso tempo garantiscono una robustezza unica. Sono andato alla ricerca di telaisti che lavorano questo materiale dal 1947 e producono telai in acciaio per il settore professionistico.Ai componenti dedico tutta la mia attenzione. Valuto con il cliente ogni particolare, scegliendo l’allestimento più adatto e offro la mia esperienza e competenza tecnica per consigliare al meglio i ciclisti, testandoli io stesso sulle mie biciclette.
Con il cliente scelgo anche i colori delle bici e ne affido la realizzazione ad artigiani del settore.
Il risultato sono bici di media e alta gamma, costruite un passo alla volta e modellate in base alle esigenze di ogni ciclista.
E così, ogni bici che esce dalla bottega è un sogno realizzato per chi la porta a casa, un’occasione in più per me di poter imparare, la possibilità di poterne costruire altre e certamente la soddisfazione di fare il lavoro che, nonostante tutte le difficoltà, voglio fare.

My Bikes

I founded my brand name in 2009.
I knew I would begin a  journey based on strong traces which come from far-off.
I have always  tried and also to profit from Alfredo’s wisdom and knowledge, his experience and his stories of the past. Perhaps this is the reason I still call my shop “bottega”. To know and to appreciate the past for a better future. This conviction persuaded me in 2015 to work harder and harder to produce high-quality bikes, carefully studied also in the minimum details, hand-crafted, “ever lasting” to be used and loved.
I decided to renovate the shop with a new brand-name, new furnishing, new models thought up and personally produced. As to the frames, I chose steel since it is the best material time resisting. Modern craft made technologies let you produce such a type of frames extremely light but in the meantime exceptionally hard. I looked for frame builders who have been using it since 1947 and still produce them for professional users.
I devote a great accuracy to the different components: I consider every detail with my potential purchasers, choosing the best allurement offering my experience and technical skill giving the best advice and I myself test my bikes. Together with the buyer, I choose colors as well as  and  I entrust their fulfilment to highly skilled craftsmen.
The final result are medium-high quality products, produced step by step and shaped following the buyer’s exigencies.
At the end, every bike is somewhat like a dream for the buyer, a further chance for me to learn more, the possibility to produce some others and, last but not least, the satisfaction to do something that notwithstanding a lot of difficulties, I want to do.

Ci metto sempre la faccia